Via Giuseppe Zanardelli, 32

00186 Roma - Italia

Tel +39 06 6840051

Italia

segreteria@usminazionale.it

segreteria@usminazionale.it

Title

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait

Author Archive %s Paola Fosson

LABORATORIO FORMATIVO

Il digitale si colloca nella nostra vita come grande risorsa per testimoniare e annunciare il Vangelo.
Il Corso “Pratiche e formati della comunicazione digitale per la vita religiosa” è stato pensato per formatrici di postulanti, novizie e juniores, per offrire loro spunti di riflessione sulla comunicazione digitale, intesa non solo come un insieme di strumenti, ma soprattutto come dimensione costitutiva del vivere sociale. I processi comunicativi sono anzitutto “esperienza”, che si traduce in ogni ambito dell’esistente: relazioni, cultura, spiritualità, evangelizzazione. Formarsi in questo ambito non significa, quindi, acquisire esclusivamente competenze tecniche o pratiche (hard skills). Vuol dire anzitutto interiorizzare una processualità che va oltre la logica del dispositivo, per incarnarsi in una prospettiva antropologica (people o soft skills).
L’approccio metodologico del corso sarà di matrice seminariale e laboratoriale. Accanto a introduzioni teoriche, si affiancherà un lavoro pratico, finalizzato alla condivisione di pratiche e formati della cultura digitale (social networking, video sharing, mobile video making, storytellling, podcasting).

ASCOLTARE CON L’ORECCHIO DEL CUORE

Ascoltare con l’orecchio del cuore” è il tema del messaggio di papa Francesco per la 56° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali (29 Maggio 2022). È questa un’occasione per riflettere sull’importanza della comunicazione: realtà che avvolge tutta la nostra vita, fatta di relazioni con gli altri e di relazione con l’Altro.

“La comunicazione  ha il potere di creare ponti, di favorire l’incontro e l’inclusione, arricchendo così la società. E questo sia nell’ambiente fisico sia in quello digitale” (Francesco, messaggio GMCS 2016).

Da questa convinzione è nata l’idea di proporre, da parte dell’Usmi, un momento di riflessione attraverso la Tavola rotonda che si terrà il 07 Maggio, dalle 15.00 alle 17.00, a Roma, in Via Zanardelli 32.

 

GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

«L’ascoltare è dunque il primo indispensabile ingrediente del dialogo e della buona comunicazione. Non si comunica se non si è prima ascoltato e non si fa buon giornalismo senza la capacità di ascoltare. Per offrire un’informazione solida, equilibrata e completa è necessario aver ascoltato a lungo. Per raccontare un evento o descrivere una realtà in un reportage è essenziale aver saputo ascoltare, disposti anche a cambiare idea, a modificare le proprie ipotesi di partenza».

Podcast, chat audio, social, reportage. Lo sguardo di Francesco nel Messaggio per la 56.ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali è alle nuove forme dell’informazione attuale, ma l’invito a giornalisti e comunicatori è di andare in profondità e cogliere l’essenza di ciò che si racconta, si pubblica, si registra. Azione possibile solo attraverso l’ascolto, che non significa origliare o spiare o tantomeno parlarsi addosso come spesso accade nel dibattito pubblico, ma l’ascolto di sé, delle proprie esigenze più vere, quelle inscritte nell’intimo di ogni persona. Un modo anche per superare ostacoli e pregiudizi, come quelli sui migranti che non sono numeri o pericolosi invasori, o per intercettare il disagio sociale alimentato dalla pandemia.

L’invito che il Papa rivolge a tutti è quello di «Ascoltare con l’orecchio del cuore!».